Cosa sono le prospezioni geofisiche per l’archeologia?

Cosa sono le prospezioni geofisiche per l’archeologia?

Le prospezioni geofisiche sono delle tecniche di indagine non distruttive del sottosuolo

Le prospezioni geofisiche analizzano le caratteristiche fisiche delle rocce e dei terreni attraverso specifici apparecchi manovrati sulla superficie delle aree di indagine. I resti archeologici sepolti possono essere considerati come una modificazione del terreno, e perciò misurare le differenze fisiche tra il resto archeologico ed il terreno circostante significa correlare gli oggetti sepolti con la loro risposta geofisica, comunemente chiamata “anomalia geofisica”. Le prospezioni geofisiche sono quindi delle indagini non invasive attraverso la quali si producono “mappe di anomalie” geofisiche correlabili a strutture o oggetti archeologici sepolti. Le prospezioni geofisiche assumono una grande importanza quando è difficile e costoso il rilevamento diretto di un oggetto sepolto (intendendo con oggetto sepolto un’ampia gamma di strutture, dagli edifici alle sepolture, dalle fornaci alle opere di canalizzazione, dagli oggetti metallici ai battutti stradali, etc.).

ArcheoRes – Archaeological Research Group dispone di un’ampia gamma di strumenti per le prospezioni geofisiche (GEORADAR, MAGNETOMETRO, RESISTIVIMETRO, TOMOGRAFO ELETTRICO MULTIELETTRODO) attraverso i quali si possono ottenere dati geofisici diversificati da cui trarre un quadro interpretativo esauriente e approfondito dell’area di indagine.

Social

Users on page

Now online: 1
Overall: 26967

Contact us

ArcheoRes
Voc. Morelli, 207
Papiano (Perugia) - ITALIA
info@archeores.com
+(39) 328 2268098 +(39) 347 2418617
P. IVA 03497120547
C.F. 94159430548